Scende la fiducia dei consumatori: segnale negativo per l’economia statunitense

Scritto il alle 17:39 da [email protected]

In maggio, l’indice di fiducia dei consumatori del Conference Board è inaspettatamente sceso da 68,7 (rivisto da 69,2) a 64,9, livello più basso da gennaio, quando l’indice era a 61,5. Le attese di consensus erano per un dato a 69,6, in rialzo, quindi, rispetto al valore originario di aprile. L’indice del Conference Board contrasta con l’indice dell’Università del Michigan, pubblicato venerdì 25, che era salito da 77.8 a 79,3 (consensus a 77,8) – il livello più alto da ottobre 2007. Il ribasso dell’indice è un segnale negativo per l’andamento dei consumi nei prossimi mesi.

Infatti, l’indice rimane ben sotto la media di lungo termine (91,9), evidenziando come il tasso di crescita della spesa dei consumatori potrebbe rallentare nei prossimi trimestri rispetto al primo trimestre del 2012, quando era aumentato del 2,9%, grazie al calo del tasso di risparmio. Il dato sulle spese per consumi di aprile, che sarà pubblicato venerdì 1 giugno, dovrebbe confermare che il tasso di crescita potrebbe rallentare già nel secondo trimestre. In linea con i dati sulle vendite al dettaglio – saliti dello 0,8% m/m – ci aspettiamo un aumento dello 0,3% m/m. Questo sarebbe in linea con un rallentamento della crescita delle spese personali dallo 0,7% q/q nel 1° trimestre allo 0,5% q/q nel secondo. Con lo spesa dei consumatori (che rappresenta il 70% dell’economia) in rallentamento, l’economia statunitense dovrebbe registrare tassi di espansione modesti nel resto del 2012 a causa della mancanza di un forte motore della crescita.

Un’indicazione negativa per il mercato del lavoro è arrivata dall’andamento dell’indice jobs hard to get, salito dal 38,1% al 41% – il più alto dal mese di gennaio. Questo è un segno che il miglioramento del mercato del lavoro potrebbe indebolirsi in maggio, quando si dovrebbe registrare una creazione di posti di lavoro pari a 150 mila. Un dato più debole del previsto potrebbe alimentare le speculazioni su un allentamento della politica monetaria da parte della Fed in giugno, quando l’operazione Twist arriverà alla fine. Dopo i dati di oggi l’importanza del rapporto sul mercato del lavoro di venerdì è aumentata ulteriormente.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 6.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Scende la fiducia dei consumatori: segnale negativo per l’economia statunitense, 6.5 out of 10 based on 2 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal network di Finanza.com
La volatilità non è più quella del 2017. Il mercato sta evidentemente cambiando pelle
Stoxx Giornaliero Buongiorno, Stoxx che dà vita ad una nuova struttura ciclica di
DJI Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile sul D
Il tantra dei gestori, negli ultimi mesi, è stato senza dubbio questo: diminuire la d
Il Ftse Mib apre in lieve correzione dopo l'impulso rialzista di ieri ma resta sopra i sup
La cornucopia delle pensioni è approntata ma non si decide a elargire i suoi frutti. E’
Ma davvero c'era qualche ingenuo che credeva che le trattative tra gli Stati Uniti e l
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017
In questi giorni l’attenzione degli operatori è tutta concentrata sulla vicenda dei
Quella tra USA e Cina è molto più di una guerra commerciale. In palio la leadership ec