USA: l’accesso al credito rimane favorevole

Scritto il alle 10:28 da [email protected]

I dati pubblicati in settimana hanno rafforzato l’idea che l’economia dell’area Euro possa entrare in recessione nell’ultimo trimestre del 2011: la produzione industriale tedesca è crollata del 2.7% m/m in settembre, le vendite al dettaglio sono scese dello 0.7% m/m e dell’1.5% y/y e l’andamento dei PMI lascia intravvedere un ulteriore peggioramento.

I dati pubblicati in USA, invece, hanno dato un quadro meno chiaro sulle prospettive dell’economia a stelle strisce, con l’indice di fiducia delle imprese ISM manifatturiero rimasto sopra 50 in ottobre e la creazione di posti di lavoro migliori delle aspettative di mercato. In attesa dell’indice di fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan che sarà pubblicato venerdì, primo dato riferito al mese di novembre, il rapporto trimestrale sulle politiche creditizie delle principali banche statunitense e delle filiali delle maggiori banche internazionali con delle sedi in USA ha indicato che il numero delle banche che hanno reso più favorevoli i criteri di accesso al credito è stato maggiore rispetto a quello di chi li ha reso meno favorevoli per l’ottavo trimestre consecutivo, sebbene in maniera inferiore rispetto al trimestre precedente.

Come indicato dal grafico seguente, l’andamento dei criteri di accesso al credito (Net tightening; un dato negativo indica criteri più favorevoli) è in grado di anticipare la crescita del Pil nei tre trimestri successivi. Stando, quindi, a queste indicazioni una recessione in USA non sarebbe probabile per tutto il primo semestre del 2012. Con altri leading indicator che vanno nella direzione opposta, il dibattito sulle possibilità che l’economia USA possa entrare in recessione nel 2012 rimane aperto.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
USA: l’accesso al credito rimane favorevole, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Tags: ,   |
1 commento Commenta
kry
Scritto il 8 novembre 2011 at 10:53

Guardando ai dati pubblicati dagli USA i poveri certificati sono aumentati nel loro paese.

Articoli dal network di Finanza.com
La volatilità non è più quella del 2017. Il mercato sta evidentemente cambiando pelle
Stoxx Giornaliero Buongiorno, Stoxx che dà vita ad una nuova struttura ciclica di
DJI Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile sul D
Il tantra dei gestori, negli ultimi mesi, è stato senza dubbio questo: diminuire la d
Il Ftse Mib apre in lieve correzione dopo l'impulso rialzista di ieri ma resta sopra i sup
La cornucopia delle pensioni è approntata ma non si decide a elargire i suoi frutti. E’
Ma davvero c'era qualche ingenuo che credeva che le trattative tra gli Stati Uniti e l
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017
In questi giorni l’attenzione degli operatori è tutta concentrata sulla vicenda dei
Quella tra USA e Cina è molto più di una guerra commerciale. In palio la leadership ec