Scritto il alle 10:13 da [email protected]

A quasi cinque anni dal lancio del primo quantitative easing, il sito soberlook fa un’analisi di chi ha più guadagnato dalla politica monetaria ultra-espansiva della Fed. Il rialzo del 144% realizzato dall’indice S&P500 total return nel periodo di riferimento evidenzia come il programma di acquisto di titoli sul mercato da parte della Fed abbia beneficiato ...

Scritto il alle 15:41 da [email protected]

Dato il rally di borsa delle ultime settimane lo si poteva immaginare, ma i dati della American Association of Individual Investors (AAII) pubblicati in settimana l’hanno confermato in maniera chiara: il pubblico americano non è mai stato così esposto sul mercato azionario dal 2007. Una circostanza che deve fare riflettere dato che proprio in quel ...

Scritto il alle 14:07 da [email protected]

Il miglioramento degli indici di fiducia delle imprese dallo scorso mese di aprile è stato considerato il segnale che l’economia dell’area Euro possa avere superato il proprio punto di minimo. Il miglioramento dell’indice di fiducia economica dell’area Euro in ottobre – da 96.9 al massimo dall’agosto ’11 di 97.8, contro attese a 97.2 – è ...

Scritto il alle 20:02 da [email protected]

Una delle principali ragioni per cui il rialzo della borsa statunitense nel 2013 è stato guardato con scetticismo è l’elevato livello degli acquisti fatti a debito. Questi, infatti, sono saliti recentemente al massimo storico, superando il massimo storico registrato in aprile. Per molti un segnale dell’eccessiva euforia sulla borsa americana, che potrebbe precedere una correzione ...

Scritto il alle 20:20 da [email protected]

Un recente report pubblicato da Citigroup e ripreso dal Telegraph lascia poche speranze ai paesi periferici dell’area Euro colpiti dalla crisi negli ultimi anni. In particolare la situazione in Grecia potrebbe essere ben peggiore di quanto pensato dall’Unione Europea. L’economia è attesa contrarsi del 2.9% del 2014 e dell’1.4% nel 2015. Il tasso di disoccupazione ...

Scritto il alle 17:07 da [email protected]

I segnali di ripresa dell’economia dell’area Euro non si sono per ora tradotti in un miglioramento consistente dei conti aziendali. O per lo meno in sorprese positive per gli analisti. Questo è quanto emergerebbe da un recente report di Deutsche Bank, ripreso dal sito statunitense zerohedge. Il report della banca tedesca ha evidenziato come delle ...

Scritto il alle 16:34 da [email protected]

La soluzione dell’impasse sul budget federale e sull’innalzamento della soglia della debita trovata ieri dal Congresso statunitense non cancellerà nel breve gli effetti negativi sulla crescita economica. Quanto avvenuto nelle ultime settimane, infatti, con l’incapacità del Congresso di trovare un accordo che ha fatto temere un default degli USA, potrebbe avere conseguenze negative sulle decisioni ...

Scritto il alle 16:29 da [email protected]

Mentre nel fine settimana le discussioni tra Democratici e Repubblicani al Senato non hanno portato a nessun risultato dal punto di vista dell’innalzamento della soglia massima del debito, gli economisti sono sempre più impegnati a rivedere le proprie stime sulla crescita statunitense. Secondo Goldman Sachs il rialzo del Pil nel quarto trimestre dell’anno sarà del 2% ...

Scritto il alle 09:30 da [email protected]

La notizia principale del fine settimana per i mercati finanziari è stata la rinuncia di Larry Summers a continuare nella corsa per diventare il successore di Ben Bernanke, il cui mandato di scadrà a fine gennaio ’14. Il principale candidato a diventare il nuovo presidente della Fed è Janet Yellen, attuale vice-presidente. Convinzione degli economisti, ...

Scritto il alle 11:04 da [email protected]

Secondo un recente studio del Boston Consulting Group, ripreso dal sito www.qz.com, gli Stati Uniti sarebbero la Cina dei paesi ricchi. Il settore manifatturiero statunitense, infatti, starebbe vivendo una sorte di rinascita come evidenziato dalla decisione di trasferirvi impianti produttivi negli ultimi anni di Toyota, Honda, Siemens e Rolls Royce. Il Boston Consulting Group evidenzia ...

Articoli dal network di Finanza.com
Come di consueto aggiorniamo la previsione dell’indice Cinese, che sembra essere sempre
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/2119
Lo SP500 torna in area di forte ipercomprato ma non si vedono gradi correzioni all'orizz
Nulla di particolare, nessuna novità era già successo nel 2011 e all'inizio del 2016
Indici europei orientati al rialzo in questa prima seduta della nuova settimana. Dal punto
Mamma mia. A volte sono veramente sorpreso dalle illuminanti conclusioni dei report re
Ieri in Austria. il risultato è stato uno solo, inequivocabile. Il partito di
Guest post: Trading Room #260. Il candlestick settimanale non ci regala grandi segnali o
A momenti dovrebbero essere resi noti i dati Inps sull’accoglimento delle domande relati
Analisi Tecnica Siamo sempre sotto la halfway della long black e siamo in un piccolo tr