Cerca nel Blog

A quasi cinque anni dal lancio del primo quantitative easing, il sito soberlook fa un’analisi di chi ha più guadagnato dalla politica monetaria ultra-espansiva della Fed. Il rialzo del 144% realizzato dall’indice S&P500 total return nel periodo di riferimento evidenzia come il programma di acquisto di titoli sul mercato da parte della Fed abbia beneficiato ...

Il miglioramento degli indici di fiducia delle imprese dallo scorso mese di aprile è stato considerato il segnale che l’economia dell’area Euro possa avere superato il proprio punto di minimo. Il miglioramento dell’indice di fiducia economica dell’area Euro in ottobre – da 96.9 al massimo dall’agosto ’11 di 97.8, contro attese a 97.2 – è ...

Una delle principali ragioni per cui il rialzo della borsa statunitense nel 2013 è stato guardato con scetticismo è l’elevato livello degli acquisti fatti a debito. Questi, infatti, sono saliti recentemente al massimo storico, superando il massimo storico registrato in aprile. Per molti un segnale dell’eccessiva euforia sulla borsa americana, che potrebbe precedere una correzione ...

Un recente report pubblicato da Citigroup e ripreso dal Telegraph lascia poche speranze ai paesi periferici dell’area Euro colpiti dalla crisi negli ultimi anni. In particolare la situazione in Grecia potrebbe essere ben peggiore di quanto pensato dall’Unione Europea. L’economia è attesa contrarsi del 2.9% del 2014 e dell’1.4% nel 2015. Il tasso di disoccupazione ...

I segnali di ripresa dell’economia dell’area Euro non si sono per ora tradotti in un miglioramento consistente dei conti aziendali. O per lo meno in sorprese positive per gli analisti. Questo è quanto emergerebbe da un recente report di Deutsche Bank, ripreso dal sito statunitense zerohedge. Il report della banca tedesca ha evidenziato come delle ...

La soluzione dell’impasse sul budget federale e sull’innalzamento della soglia della debita trovata ieri dal Congresso statunitense non cancellerà nel breve gli effetti negativi sulla crescita economica. Quanto avvenuto nelle ultime settimane, infatti, con l’incapacità del Congresso di trovare un accordo che ha fatto temere un default degli USA, potrebbe avere conseguenze negative sulle decisioni ...

Mentre nel fine settimana le discussioni tra Democratici e Repubblicani al Senato non hanno portato a nessun risultato dal punto di vista dell’innalzamento della soglia massima del debito, gli economisti sono sempre più impegnati a rivedere le proprie stime sulla crescita statunitense. Secondo Goldman Sachs il rialzo del Pil nel quarto trimestre dell’anno sarà del 2% ...

Secondo un recente studio del Boston Consulting Group, ripreso dal sito www.qz.com, gli Stati Uniti sarebbero la Cina dei paesi ricchi. Il settore manifatturiero statunitense, infatti, starebbe vivendo una sorte di rinascita come evidenziato dalla decisione di trasferirvi impianti produttivi negli ultimi anni di Toyota, Honda, Siemens e Rolls Royce. Il Boston Consulting Group evidenzia ...

Commenti recenti
  • [email protected] su Grecia: perdite anche per il settore pubblico
  • [email protected] su Aumenta il divario Italia – Germania
  • [email protected] su Mercato del lavoro USA a passi da tartaruga
  • [email protected] su Area Euro: lo scenario economico continua a peggiorare
  • hermes [email protected] su Crisi: dalla finanza all’economia reale
Categorie
Articoli dal network di Finanza.com
Nel video di questa mattina si consigliava di monitorare CadJpy per avere conferma sull
AGGIORNAMENTO Come anticipato nello scorso articolo, non avendo il prezzo br
Dal 4 Gennaio il mercato è in sostanza laterale, se pur con una leggera flessione al rib
Una premessa è necessaria, da sempre io sono favorevole alla glocalizzazione, non ho
La cosa bella è che tutto il mondo, in modo quasi coeso, ha deciso di combattere le c
Banca Mediolanum scivola sui conti trimestrali diffusi ieri, con il titolo che ha generato
Nelle ultime giornate stiamo assistendo alla forzatura di importanti livelli di resistenza
Se negli USA le previsioni sono di inflazione in forte aumento e conseguente aumento d
Ormai è guerra aperta fra gli organi dell’Inps. Il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza d
....ma non gli frega niente a nessuno. Padoan : "i mercati non hanno nessun dubbio sulla